L’importanza delle vertebre, patologie e traumi della colonna vertebrale

Le vertebre sono delle ossa brevi che, sovrapposte tra loro formano il sostegno anatomico del nostro corpo ovvero la colonna vertebrale ed il canale del midollo spinale, fondamentale per il contatto del cervello con il resto dell’ organismo.

Come si compone una vertebra

La composizione della vertebra presenta nella parte anteriore un corpo vertebrale e in quella posteriore gli archi vertebrali detti anche neurali. 

Il corpo vertebrale ha una massa compatta e cilindrica ed è costituito da un anello di tessuto osseo compatto contenente un tessuto osseo spugnoso. Gli archi vertebrali congiunti tra loro posteriormente delimitano il foro vertebrale, una cavità attraverso cui vi è il passaggio del midollo spinoso. 

Gli archi neurali uniti posteriormente formano il processo trasverso e perpendicolarmente il processo spinoso. Questi inoltre si dividono in più parti e precisamente ne:

  • la lamina compresa tra il processo spinoso e quello trasverso; 
  • il peduncolo presente tra il processo trasverso ed il corpo vertebrale; 
  • le faccette articolari situate nel punto di incontro tra lamina e peduncolo.

Particolarmente importanti sono i processi articolari che si formano mediante le faccette articolari, le quali mettono in contatto gli archi delle vertebre sovrastanti con quelle sottostanti. Nella sovrapposizione delle vertebre vi è il disco invertebrale che ha la funzione di ammortizzare tra una vertebra e l’altra.

colonna vertebrale

Nell’uomo le vertebre della colonna vertebrale sono 33 o 34 e si presentano come delle ossa irregolari e non uguali. Queste in base alla regione che occupano sono suddivise in:

• 7 vertebre cervicali;

• 12 toraciche dette anche dorsali;

• 5 lombari;

• 5 sacrali;

• 4-5 coccigee.

Le coccigee, che si trovano in corrispondenza dell’osso sacro, variano a seconda dell’individuo.

Le prime 24 vertebre sono dette vertebre vere poiché collegate tra loro da legamenti che consentono una certa mobilità alla colonna vertebrale; invece sono dette vertebre false o spurie quelle situate all’altezza degli ultimi due tratti del rachide le quali, essendo saldate tra loro formano due ossa distinte: il sacro ed il coccige.

Le prime due vertebre cervicali, l’atlante e l’epistrofeo, presentano delle differenze rispetto alle altre vertebre: la prima non presenta il corpo vertebrale ma articolandosi con il dente dell’epistrofeo detto anche odontoide permette i movimenti del capo. 

Le vertebre possono riscontrare dei traumi. Tra questi ricordiamo:

  • lo schiacciamento o l’immobilità di qualcuna di esse che si manifesta con la sciatica;
  • il movimento brusco ed accelerato del rachide nella zona cervicale che si traduce col cosiddetto “colpo di frusta”.

Inoltre si ricorda anche l’ernia del disco che avviene quando la parte gelatinosa presente nelle singole vertebre della colonna vertebrale fuoriesce dalla sua sede naturale e si infila tra i dischi intervertebrali creando l’infiammazione dei nervi. Solitamente interessa la parte lombare.

Per quanto riguarda le patologie della colonna vertebrale, si menzionano le seguenti:

  • la scoliosi, ossia la rotazione della colonna vertebrale e della gabbia toracica su di un lato;
  • la cifosi, curvatura in senso antero – posteriore a concavità anteriore della parte alta della colonna vertebrale 
  • la lordosi, curvatura verso l’avanti della colonna vertebrale nei tratti cervicali e lombare.

Questi traumi, paramorfismi e disformismi possono essere curati dall’osteopata con trattamenti mirati ed efficienti. Rivolgiti al Dottor De Cristofaro e prenota una visita in uno dei suoi studi medici presenti su Bisceglie, Francavilla Fontana, Ginosa, Massafra, Noci, Veglie e Villa Castelli.


Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy