Osteopatia viscerale: un approfondimento

Forse siete abituati a sentir parlare di osteopatia solo per quanto riguarda disturbi articolari e muscolari ma quasi nessuno è a conoscenza della reale causa di questi disturbi e della particolare e benefica azione che può esercitare l’osteopatia viscerale sulla mobilità degli organi viscerali.
L’osteopatia viscerale è uno specifico trattamento che l’osteopata, preparato in modo adeguato, può effettuare. Il trattamento consiste in una serie di tecniche di manipolazione su organi dell’addome o del tronco per riattivarne la mobilità, cioè il movimento in relazione al diaframma, e la motilità, sarebbe a dire il movimento intrinseco delle viscere.

osteopata tarantoMa perché gli organi interni possiedono queste limitazioni dei loro movimenti?

Le ragioni possono essere molteplici e alla loro origine ci possono essere anche dei disturbi piuttosto seri. Dallo stress, alle aderenze create in seguito ad una operazione, da un’infezione ad una postura sbagliata. Infatti, essendo le viscere collegate tra loro e con i muscoli e le ossa per mezzo di legamenti ed altre membrane, possono essere danneggiate da un qualsiasi mal funzionamento della struttura scheletrica e viceversa.

Una ridotta mobilità del fegato ad esempio può manifestarsi con un dolore di schiena, ma lo stesso dolore può essere riferito anche ad ipomobilità uterina o renale. L’osteopatia viscerale agisce in modo non diretto sulla parete addominale esterna per ridare mobilità agli organi molli sottostanti.

Per intenderci, le manipolazioni fatte sugli organi viscerali possono agire in modo talmente efficace da eliminare totalmente il dolore muscolare che è loro correlato. Un dolore alla spalla può essere sintomo di ipomobilità polmonare o gastrica, quindi effettuare la manipolazione esterna su polmoni o stomaco può eliminare il dolore alla
spalla.

Cause dell’ipomobilità
Ma perché accade tutto questo?

Le cause, come già detto in precedenza, possono essere molteplici. Per prima cosa parliamo delle aderenze cicatriziali, che si formano alcune volte in seguito ad operazioni chirurgiche, in corrispondenza del taglio o dei tagli praticati col bisturi.

Si formano così le cosiddette aderenze che spesso non vengono valutate adeguatamente o addirittura non vengono prese in considerazione come future cause di problemi. Un’altra causa di ipomobilità può essere individuata nelle infezioni causate da batteri oppure da virus.

Queste infezioni provocano talvolta problemi alle membrane di cui sono avvolti gli organi che ne sono colpiti. Ciò è confermato quando il paziente, sottoposto al trattamento, sente ciò che aveva provato nel periodo della malattia, sensazione che dopo il trattamento lascia spazio invece al benessere. Anche i traumi possono limitare la mobilità di alcuni organi che sono sottoposti a forti pressioni.

In questo modo vengono avviati disturbi che modificano la fisiologia dell’organo e tutto ciò fa sì che il corpo trovi difficoltà in alcuni movimenti. Quali patologie si possono trattare con l’osteopatia viscerale?

Di seguito un elenco che può darvi l’idea di quanto possa essere importante, individuato il problema, sottoporsi ad un ciclo di trattamenti di osteopatia viscerale:
1. Bronchite
2. Problemi cardiaci
3. Gastrite
4. Reflusso gastro-esofageo
5. Colite
6. Ernia iatale
7. Stitichezza
8. Problemi nel transito intestinale
9. Gonfiori addominali
10.Cistiti
11.Emorroidi
12.Problemi ginecologici di vario genere.

Rivolgiti all’osteopata De Cristofaro per avere una consulenza professionale e attenta. Ti aspettiamo nelle sedi di Taranto, Massafra, Ginosa, Noci, Veglie, Villa Castelli e Bisceglie.

 

Questo sito utilizza cookie indispensabili per il suo funzionamento. Facendo clic su Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookie.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy